Manga, Anime, fumetti, serie tv e altro ancora...

Rossana – Kodomo no Omocha

Elison Savoia
Elison Savoia

Copywriter, Seo Specialist, SMM, Ghostwriter.
Appassionata di tutto ciò che concerne scrittura e disegno.
Possiede una vasta collezione di manga, fumetti e cofanetti di serie tv - oltre che un'altarino su Deadpool e Gwenpool - che custodisce gelosamente.

Kodomo no Omocha – Il giocattolo dei bambini – meglio conosciuto come Rossana!

 

Kodomo no Omocha è un manga della maestra Miho Obana, pubblicato per la prima volta in Giappone nel 1995, è stato in seguito portato in Italia dalla casa editrice Dynit.
Tutti quelli che sono cresciuti con “Bim Bum Bam” – il famoso programma per bambini mandato in onda sulla rete Mediaset Italia 1 – ricorderanno la serie animata che è stata trasposta da questo manga e che in Italia è diventata famosa con il nome di “Rossana”.
Come il titolo stesso dell’episodio pilota dell’anime ci dice, la protagonista è “una ragazzina tutto pepe”.
Una Idol che va ancora alle elementari e che ha seri problemi in classe a causa di un ragazzino che fomenta i maschi della classe per impedire le lezioni e ricatta gli insegnanti affinché questi non facciano nulla per risolvere la situazione.
Sana – Rossana per gli italiani – stufa di sopportare questa situazione prende posizione e si contrappone con veemenza contro questo ragazzo Akito Hayama, conosciuto sul grande schermo come Heric, il quale all’inizio le darà filo da torcere ma man mano che si sfideranno comincerà a provare una forte stima per Sana, che sfocerà in breve tempo nell’affetto e nella gratitudine per l’intervento di Sana nei problemi familiari di Akito.

Kodomo no Omocha – il manga dai temi forti letti col sorriso:

 

Sebbene Kodomo no Omocha rientri a tutti gli effetti nella categoria shoujo non lo consiglierei affatto ad un pubblico troppo acerbo o infantile.
Difatti nel manga – nell’anime ipercensurato dalla Mediaset, ahimé, meno – vengono trattati temi molto forti come il desiderio di morte, il suicidio, la depressione, l’incesto, il bullismo, il rapporto madre-figlia e il sentimento che prova un bambino abbandonato o adottato.
Sono moltissimi i temi portanti di questo manga che però vengono frammentati da molteplici momenti comici davvero esilaranti.
Miho Obana stessa ha dichiarato che << Più che concentrarmi sulla trama portante di una storia, in verità io mi ‘elaboro’ molto per le gag comiche narrativamente poco rilevanti. Raccolgo da sempre appunti ogni volta che mi viene in mente una gag divertente, ma ho il presentimento che le esaurirò tutte quante con questa opera… ! >> insomma, non è una trama mattone ma non è nemmeno un manga leggero e privo di morali o di spunti di riflessione.

Kodomo no Omocha: meglio il manga o l’anime?

Se dovessi rispondere col cuore della ragazzina di otto, massimo dieci, anni che tornata a casa dalle elementari correva contro la televisione – quelle ancora col tubo catodico – e si spalmava sul pavimento ad un centimetro dallo schermo – e poi mi chiedo perché sono cieca come una talpa… – cantando a squarciagola << Rossanaaaa dai pensaci un po’ tuuuuu >> e spasimando perché quella stupida ragazzina con i due codini capisse che Heric era cotto di lei, beh risponderei l’anime.
Ma, in tutta coscienza, dopo aver letto gli undici – considerando il volume extra – fantastici tankobon e aver scoperto scene, dialoghi, situazioni e archi narrativi che non sono mai esistiti nel cartone non potrei mai affermare ciò.
Quindi consiglierò sempre e comunque la lettura del manga DOPO aver visto l’anime. Fidatevi. Se farete l’inverso, continuerete ad insultare gli sceneggiatori, i doppiatori e i disegnatori.
Se dovessi dare un punteggio e paragonare i due, darei 3 stelle all’anime e 5 stelle al manga.
La capacità dell’autrice di far capire il cambiamento di Hayama semplicemente cambiando il modo di disegnare le sue iridi è sublime.

Kodomo no Omocha – Personaggi e finale:

In Kodomo no Omocha i personaggi principali – come si può anche intuire dal titolo tradotto – sono i bambini.
Tutto vortica intorno alla percezione che i bambini hanno del mondo e che a volte gli adulti, troppo presi ad essere tali, perdono di vista.
Sana Kurata è una bambina all’apparenza gioiosa e spensierata, mentre Akito Hayama è un bullo introverso e – come tutti i bulli – nasconde una grande sofferenza.
Il loro scontrarsi e incontrarsi darà poi vita ad un legame fatto prima d’amicizia e poi d’amore.
I finali del manga e dell’anime sono diversi, poiché l’anime si ferma a prima della malattia della bambola di Sana e rende molto meno grave il tentato suicidio del loro compagno di scuola.
Siccome questa è la scheda del manga di Kodomo no Omocha analizzeremo solo il finale del libro.
Sana guarisce dalla malattia della bambola quando vede Akito scoppiare in lacrime e dirle che anche a lui lei mancherà da impazzire quando sarà a New York.
Sana apre una linea telefonica per ragazzi che hanno bisogno di aiuto e di parlare con qualcuno e nell’ultima tavola Sana, Hayama – che è tornato a trovare Sana – , Fuka e Tsuyoshi vanno in questo caffé per aiutare una ragazza in difficoltà.
Il finale è aperto – e vedremo dopo perché – e non fa capire se Sana e Akito rimarranno insieme e se lui tornerà in Giappone.

Ti ho convinto della bellezza di questo fantastico manga e vuoi fare anche tu un tuffo nel mondo di Sana e Hayama e scoprire com’ è sbocciato l’amore fra i due e quali vicissitudini hanno passato?
Puoi comperare la nuova edizione – quella presente in copertina è, ahimé, attualmente non disponibile – direttamente su amazon, trovi il primo volume qui.


Sei già un fan di Kodomo no Omocha?

Allora non devi assolutamente perderti il volume autoconclusivo della Maestra Miho Obana scritto e pubblicato in Giappone nel 2010, ed arrivato da noi BEN 9 ANNI DOPO – giusto per farci spasimare – sempre sotto edizioni Dynit.
E’ un crossover fra Kodomo no Omocha e Honey Bitter – due opere di Obana – ed è stato creato per celebrare i 20 anni di carriera.



Avevamo lasciato Sana e Akito alle prese con la linea d’aiuto creata da Sana, nessuna informazione su come sarebbe continuata la loro storia con Hayama a New York e Sana in Giappone.
In Deep Clear ritroviamo i nostri Sana e Hayama cresciuti e alle prese con un argomento difficile per Hayama che lo porterà a scappare da Sana.
Lo so, lo so.
Ho detto che sarei stata brutale con gli spoiler e poi ti lascio così?
In questo caso, ti lascio un’immagine di Deep Clear, se sei davvero un fan attento, saprai cogliere il dettaglio 🙂

Affrettati a comprare questo splendido volume! Trovi Deep Clear su amazon, cliccando qui.

Se ti è piaciuto l’articolo, lasciami una recensione.

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *